GuitaREvolutioN

Visualizzazione desktop Registrati Login

TC Electronic Ditto Looper

Era già un po' di tempo che gli giravo intorno e gli davo la caccia su Mercatino Musicale, ma la caccia era estenuante: quei pochi che apparivano usati a prezzo cristiano, restavano disponibili 10 secondi... giusto il tempo di pensare "cazzo, lo compro!", salvo scoprire che erano già belli e venduti.
Poi ci si mette mia moglie: "ricordati di pensare a che regalo vuoi per l'anniversario eh...".

1+1 = ?

Esatto: 2.

Doppio problema risolto: a mia moglie perchè non si è dovuta sbattere, a me perchè mi sarei cuccato finalmente il looperino di casa TC.
Avendo già avuto modo di verificare l'ottima qualità del Flashback e del suo loop da 40 secondi, immaginavo che il Ditto sarebbe stato un gran bell'aggeggio con cui giocherellare. In realtà, se vogliamo, di piccioni con una fava ne ho presi ben tre, in luogo dei soliti due.

Due giorni prima di quello fatidico, mi arriva un'email da TC Electronic... il Ditto venduto in Europa nuovo a 99 euro!
Il tempo di realizzare che non è uno scherzo ed avevo già la cornetta in mano, composto il numero di telefono del negozio di fiducia e bloccato immantinente uno dei tre looperini disponibili.

Sabato scorso sono andato a prendermelo e in questi giorni, nonostante il pochissimo tempo, ci ho un po' giocherellato (l'orologio segna quasi le 2 di mattina, mannazz'....).
Nel frattempo avevo anche aperto una discussione per segnalare la european promoscioooonnnnnn e qualcuno mi ha chiesto in privè di recensire l'ammennicolo, perciò eccoci qui.

Che c'è da dire? Non moltissimo, in realtà. Il Ditto ha una caratteristica che balza subito agli occhi, alle orecchie e pure ai piedi del chitarrista pedalomane: è semplicissimo da usare.
Io non ho mai armeggiato coi loopers seriamente...ma con questo cosino, giusto il tempo di capire le sue 4-5 funzioni...mettersi a battere il piedino a tempo e sincronizzarlo con l'altro che deve attivare la partenza della registrazione e sei già lì che ti diverti, dimentico dell'Universo Mondo che potrebbe anche morire Berl...ehm...vabbè....e non te ne accorgeresti neppure.

Da un punto di vista sonoro, il Ditto è assolutamente trasparente e rispettosissimo del suono originale: ciò che entra, esce. Così come è entrato, senza subire alterazioni. Quando è spento è True Bypass.
La latenza non esiste, nemmeno un picosecondo di ritardo.
E quanti overdubs si possono avere? Infiniti.
Sì, sì....infiniti....uno può andare avanti a sovrapporre parti fino alla prossima era glaciale e il Ditto non fa una piega. La figata è che si sente bene ogni parte suonata...senza alcuna distorsione indesiderata.
Lo scatolino che contiene il pedaletto include anche:

1) Una piccola guida rapida (c'è tutto ciò che occorre sapere).
2) Un adesivo.
3) Un catalogo dei prodotti TC Electronic.
4) Due piedini adesivi in gomma 3M nel caso in cui non lo si voglia velcrare e schiantare in pedaliera.

Ovviamente il nanetto non si può alimentare a batteria, poichè è poco più grande di una pila da 9V...e, siccome all'interno non ci sono parti interessanti per il chitarrista, le 4 viti che sigillano il coperchio non sono a taglio o a croce ma del tipo torx...così uno deve proprio andare a sbattersi per aprilo (e fottersi la garanzia contestualmente, suppongo).
Comunque, mettetegli i piedini e dimenticatevi delle viti.

Si alimenta con un comune alimentatore tipo Boss (il Visual Sound 1Spot, nel mio caso) ed è veramente silenziosissimo: nessun fruscio o sibilo o altro. Esteticamente si presenta elegante e sobrio, spartano ma completo:

1) Uno switch TB per attivare la varie funzioni del looper.
2) Un potenziometro per regolare il volume della riproduzione del loop.
3) Un led che diventa verde o rosso e/o lampeggia a seconda della funzione richiamata.
4) IN e OUT laterali.
5) Presa per alimentatore.
6) Porta mini USB per eventuali aggiornamenti del firmware da fare tramite PC.

Per iniziare ad usarlo ci vogliono veramente 40 secondi...
Si collega tra chitarra e ampli o tra pedaliera e ampli o tra il proprio pedale preferito e l'ampli o tra quello che cavolo vi pare e l'ampli...si prende il tempo....si attiva la registrazione e si parte.

Per iniziare a registrare si preme una volta lo switch: il led si accende rosso e il Ditto inizia il suo lavoro.
Un'altra pestata allo switch, il led diventa verde e quanto registrato viene riprodotto in loop forever.
Ancora una pestata (led rosso) e possiamo registrare il primo overdub, per poi andare a riascoltarlo sovrapposto al loop iniziare premendo di nuovo lo switch (led verde).
E così all'infinito.

L'ultimo overdub non ci piace o ci è venuto da schifo o fuori tempo? Press & hold e parte l'UNDO: via l'overdub e possiamo registrarlo di nuovo premendo di nuovo lo switch, mentre il loop è in esecuzione. Prima di registrarlo di nuovo ci siamo pentiti? Press & hold di nuovo e parte il REDO: l'overdub cancellato ricompare.
Ci siamo stufati? Doppio click col piedino sullo switch e STOP. Vogliamo cancellare tutto? Dopo lo STOP, press & hold lo switch.

Ecco, non fa altro. Ma non vi basta?????
C'è veramente tutto quello che serve e, una volta presa la mano o il piede che dir si voglia, nemmeno lo si guarda più: si pensa a suonare 12.000 parti e ciao ciao.

Lo userei mai dal vivo? Onestamente non lo so...forse è un po' limitato...probabilmente andrebbe bene per cose molto semplici o per un solo tra un set e l'altro della band. Ma per studiare a casa....mamma mia: è veramente perfetto!!
Per farsi dei provini....per vedere se le parti che abbiamo in testa funzionano....per sentire se quell'arpeggio con l'acustica si sposa col solo di elettrica....per far impazzire i vicini di casa del Nutria con sovrapposizioni da Apocalisse...
Insomma, ce n'è davvero tanta di roba in un cosino così piccolo.

Ttrovo che in TC stiano facendo cose veramente egregie e a prezzi di un'onestà disarmante.
Tore Morgensen è il mio eroe...e quando ho visto la macchina fatta col Lego per testare l'app. per smartphone che serve a scaricare i TonePrints nei pedali abilitati...beh, avrei voluti possederli sessualmente tutti quanti! :-)

Comunque, non divaghiamo, volete un looper da chitarristi, che costi poco e faccia tutto quello che serve? Compratevi il Ditto.
E non sperate che vi venda il mio: vi attaccate al fringuello e tirate! :-)

Contributo video di Tore:

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Il manuale completo in formato PDF lo trovate qui:

http://www.tcelectronic.com/ditto-looper/support/

Vi lascio un breve video casalingo, girato al volo col cellulare: tutto quello che riuscite a sentire è riprodotto dal Ditto. Strato, Xotic RC e Rivera.
Basta. Spero vi siate divertiti, in caso contrario, il Trio sa dove abitate.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video" style="font-family: arial, helvetica, sans-serif; font-size: 19px; line-height: normal;">You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video">IperFungus

embed video powered by Union Development

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

Su Versione desktop